Italy Uk
BORDERLIGHT: SIAMO-TUTTI-SOTTO-UN-PONTE. MA CHE BEL PONTE!
13 aprile 2016
Borderlight

Luci, rami, ferro, apache cibernetici, arcobaleni e spettri solari, un violoncello: è tutto pronto per la prima tappa di Borderlight il progetto Non Riservato per trasformare i luoghi di attraversamento della città in spazi di socializzazione, dando loro una nuova luce.

Venerdì 15 aprile 2016 in occasione del Fuorisalone 2016, Non Riservato in partnership con Brera Design District illuminerà il Ponte delle Gabelle, confine tra la Zona 1 e Zona 9. Come nello spirito di Non Riservato, l'installazione a metà strada tra arte e lightdesign sarà occasione di socializzazione e partecipazione da parte dei passanti e degli abitanti di Milano, chiamati a prendere parte attiva alla costruzione di quest'oasi luminosa.

A partire dalle 12, l'installazione luminosa prodotta da Non Riservato da un' idea dei suoi soci Asterisma, de.de.p.design democratico partecipato, Ex-Voto Radical Public Culture prenderà forma sotto gli occhi dei passanti che avranno la possibilità di conoscersi giocando con la luce e i colori. de.de.p - design democratico partecipato proporrà nel corso del pomeriggio delle “esercitazioni visive”, sperimentazioni con e sulla luce: l'arcobaleno e lo spettro solare, la sintesi additiva e sottrattiva dei colori, i dischi di Newton e Maxwell, la miscelazione percettiva. Scienza che diventa gioco, insomma, per saperne di più su un elemento così mutevole e carico di simboli.

Sulla via del tramonto, l'installazione luminosa di Borderlight illuminerà il Ponte delle Gabelle, diffondendo luce al di là del proprio confine grazie agli apache cibernetici, "umani" di ogni età coinvolti da Simona Da Pozzo di Vegapunk ed Ex-Voto Radical Public Culture nella performance Relè. Chi raggiungerà il Ponte delle Gabelle, incrocerà i propri passi con la fila luminosa di performer/per/un/giorno che ridisegnarà con gesti lievi lo spazio intorno. Chi sono? Cosa stanno facendo? Non resta che chiedere: le risposte vi sorprenderanno!

Con la sera, le luci di Borderlight si congiungeranno alla musica live di Matteo Bennici - musician violoncellista, bassista, compositore e sound designer, con il suo ultimo lavoro ‘Solum’. Il Ponte delle Gabelle, così, si trasformerà in un'oasi di luce e suoni dove fermarsi, incontrarsi, scoprirsi.

Quella in programma il 15 aprile non è che il primo tassello di Borderlight, un'opera modulare che illuminerà nei prossimi mesi altre zone residuali della città, le aree di attraversamento distratto e frettoloso. A scegliere dove portare le prossime tappe di Borderlight saranno i cittadini, votando i luoghi mappati e candidati da Non Riservato e dalle associazioni che operano sul territorio. Un nuovo punto di confine, diventerà così, luogo di socializzazione.

Per tutti gli aggiornamenti basta connettersi al sito www.nonriservato.net o andare sulla pagina Facebook di Non Riservato.

La luce illumina, disvela, avvolge: scopri come trasformare il tuo luogo di passaggio, partecipa alla prima tappa di Borderlight!.

Borderlight è un progetto di Non Riservato.
ideazione e sviluppo Asterisma, de.de.p - design democratico e partecipato, Ex Voto Radical Public Culture
in collaborazione con Luminae lighting design
in partnership con Brera Design District
sponsorizzazione tecnica di iGuzzini
contributo di Fondazione Cariplo
partnership istituzionale Comune di Milano

<-- Torna al blog...