Italy Uk
Non farti rovinare dalla burocrazia!
15 febbraio 2017
Blog_

Sabato 25 febbraio vi aspetta un nuovo corso Non Riservato, Adempimenti spettacolo dal vivo, con Patrizia Aversano e Giovanni Scoz.

Ecco qualche anticipazione da parte dei docenti.
La mattina interverrà la Dottoressa Patrizia Aversano del Comune di Milano, Dirigente del Settore Grandi Eventi.

Quali sono le maggiori difficoltà che si incontrano nella richiesta di occupazione di suolo pubblico?

La richiesta per l'occupazione di suolo pubblico in se non è particolarmente complessa richiedendo soprattutto informazioni circa l'evento (come è articolato, se vi è pubblico spettacolo ecc), il luogo dove si intende realizzarlo, la tipologia di struttura da installare, la data ecc.
L'istruttoria dell'atto concessorio tuttavia è particolarmente complessa in quando contempla l'acquisizione di tutta una serie di pareri, viabilistici, del verde se interessato, degli uffici tecnici, se vi sono problemi di portata di soletta da verificare, ecc.
Un evento complesso può comportare anche la necessità di ulteriori provvedimenti oltre l'atto concessorio: l'autorizzazione per la deroga la rumore, l'autorizzazione per l'esposizione pubblicitaria, la licenza di pubblico spettacolo, di vendita o somministrazione.

Per quanto riguarda la funzione dello Sportello Unico Eventi del Comune di Milano, sono state apportate molte modifiche con la nuova amministrazione?

La nuova amministrazione ha apportato significative modifiche alla sportello Unico Eventi.
Da un punto di vista organizzativo è stata costituita una direzione dedicata con un responsabile, ed è stato concentrato in tale direzione il rilascio sia del provvedimento concessorio del suolo pubblico, sia della licenza di spettacolo, vendita e somministrazione.
Ciò in una ottica di semplificazione per l'utente che non è più costretto a rivolgersi a diversi uffici con diversi responsabili per l'ottenimento di tali provvedimenti.
Importanti progetti di semplificazione, anche sotto il profilo informatico, sono stati pianificati e sono in corso di attuazione.

Nel pomeriggio invece interverrà il Dottor Giovanni Scoz, commercialista specializzato nel settore spettacolo e cultura.

Quanto è utile per un artista essere a conoscenza degli adempimenti amministrativi, fiscali e previdenziali che riguardano il proprio ingaggio?

Per un corretto ingaggio artistico, purtroppo, non si può prescindere dagli aspetti fiscali e previdenziali, in quanto molto onerosi e di una certa complessità.
Le sanzioni poi, in questo preciso contesto, sono molto elevate e i controlli dell’amministrazione finanziaria e previdenziale, sempre più sofisticati.

Sono presenti molte differenze tra il vecchio e il nuovo regime fiscale forfettario?
Il nuovo regime forfettario è migliore del precedente.
Rappresenta sicuramente un facile ingresso nel mondo artistico dei giovani professionisti.

La fatturazione elettronica è un sistema che può essere utilizzato da tutti? Comporta svantaggi?
La fattura elettronica può essere usata da tutti i professionisti, resta inteso che è un procedimento un po’ macchinoso da espletare e con dei piccoli costi amministrativi da affrontare.

CLICCA QUI per conoscere il programma completo dei corsi.

Giulia Di Cio

<-- Torna al blog...