Italy Uk
YogaCycling
06 settembre 2015
2_fahrrad_yoga_dpa

Pranayama, Marjariasana, Adho Mukho Svanasana, Utkatasana sono tra le posizioni dello Yoga più consigliate ai ciclisti per migliorare l'equilibrio, incrementare la resistenza ed evitare infortuni. Pratiche di allenamento abbastanza diffuse, ma ahimè superate!

Da alcuni mesi, infatti, è nata a Berlino la prima scuola di Yoga Cycling (http://yogacycling.de) , una disciplina che unisce le asana dello yoga al ciclismo, con una piccola particolarità.

Nel metodo inventato dall'insegnante russa di yoga Nadezda Agapova e dall'attivista della bicicletta Heinrich Strößenreuther, infatti, il saluto al sole si fa pedalando! Certo le posizioni non sono tutte quelle tradizionali dello yoga e alcune sono state adattate, ma concentrazione e respirazione restano essenziali.

E così è sempre più frequente incontrare in Germania gruppi di ciclisti con le gambe incrociate, le braccia distese o una gamba all'indietro a volte nel traffico, ma più di frequente al riparo in qualche parco.

Scettici? A quanto pare bastano un paio di esercizi per superare qualunque perplessità e votarsi allo YogaCycling con il sorriso sulle labbra.

E noi a Milano cosa aspettiamo a disintossicare corpo e mente prima di arrivare al lavoro, approfittando del tempo di percorrenza in bicicletta?

<-- Torna al blog...