COS'È

C'è sempre un punto di partenza

Nell'autunno 2012 Nicola, Simona e Giovanna di Ex-Voto, curano un ciclo di incontri, già denominato Non Riservato, all'interno di Elita Sunday Park, dedicandone uno alle attività creative all'interno dello spazio pubblico a Milano.

Vi partecipano Focus, Podisti da Marte, Quarto Posto, Connecting Cultures, Milan Monkeys, Art Kitchen, Dedep, Milano Skateboarding, Zip e si dà inizio così a una mappatura che porta a scoprire la scena delle realtà presenti sul territorio che attraverso arte, cultura, sport, design e creatività, portano una trasformazione nell'uso e nella percezione degli spazi pubblici della città.

All'incontro è presente anche il Comune di Milano, attraverso l'allora consigliere Luca Gibillini e l'Assessore Benelli, che danno mandato a Ex-Voto di proseguire nella mappatura e creare un luogo di dialogo fra i diversi soggetti coinvolti.

Inizia così il percorso che attraverso un processo di progettazione partecipata, porta alla costituzione di Non Riservato, che Nicola conduce per i primi due anni.

Cos'è Non Riservato

È un network a vocazione produttiva, fondato come Associazione di Promozione Sociale alla fine del 2014 da un primo nucleo di 16 organizzazioni che hanno preso parte al percorso di progettazione: Ex-voto, De.de.p, Focus, Connecting Cultures, Giambellitaly, Asterisma, Garten, Tutamondo, ShareRadio, Parasite 2.0, Ira-C, Giardini in Transito, HC, Temporiuso.net, Architetti senza Frontiere, Podisti da Marte.

Non Riservato promuove processi innovativi negli spazi pubblici, attraverso la collaborazione tra i propri aderenti e le comunità: associazioni, cooperative, professionisti e imprese, che fanno della creatività un mestiere, uno strumento di trasformazione urbana e sociale.
Il network riunisce chi ne condivide la filosofia e gli obiettivi, chi vuole sperimentare nuovi modelli organizzativi e di produzione, e quanti si ritrovano accomunati da un desiderio comune di riconquista degli spazi pubblici, attraverso creatività e processi partecipati.

Lo sviluppo di Non Riservato è possibile grazie al contributo di Fondazione Cariplo e alla partnership del Comune di Milano.
Il progetto vede inoltre la collaborazione con l’Università di Milano Bicocca (Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale) e Politecnico di Milano (Dipartimento di Architettura e Studi Urbani).

Come agisce Non Riservato e cosa fa

Non Riservato produce progetti che uniscono le molteplici discipline dei suoi associati, queste spaziano dall'arte pubblica ai giochi urbani, dagli sport urbani alla performance, dalla street art all'architettura ed al design. I progetti realizzati hanno le comuni caratteristiche di agire nello spazio pubblico, attivare processi di riappropriazione e coinvolgimento creativo dei partecipanti e sviluppare la socializzazione e l'incontro.

Non Riservato agisce da incubatore attraverso bandi destinati ai suoi associati, per lo sviluppo e la prototipazione di nuovi progetti. Non Riservato agisce inoltre creando progetti contenitore strategici, in grado di coinvolgere gli associati oltre a partner esterni.

Non Riservato agisce sia seguendo le proprie linee strategiche, sia su commissioni di soggetti pubblici o privati che necessitino di servizi o progetti ad alto impatto creativo e sociale.

Obiettivi raggiunti

2012: si avvia il percorso che porta alla nascita della rete di Non Riservato. Da un’idea dell’Associazione Ex-Voto, iniziano un ciclo d’incontri e la mappatura delle realtà attive nella rigenerazione urbana di Milano, con il sostegno dell’Assessorato all’Area metropolitana, Decentramento e municipalità, Servizi civici.

2014: nasce Non Riservato. Con il bando Valorizzare le attività culturali come fattore di sviluppo delle aree urbane di Fondazione Cariplo, vince un contributo per un progetto triennale, pari al 70% del budget previsto per il primo triennio di attività.

2015 – 2016: si sviluppa un primo percorso formativo, incentrato su pratiche e tecniche della progettazione culturale, composto da 7 moduli, che vede la partecipazione di una media di circa 15 studenti esterni, oltre ai rappresentanti delle diverse organizzazioni interne alla Rete.
Vengono prodotti 6 progetti nati dai bandi interni, 2 progetti nati attraverso affidi diretti e 3 progetti strategici, 2 progetti in incubazione.
Vengono inoltre prodotti, su commissioni di soggetti esterni alla rete, 2 nuovi progetti creativi.
Attraverso i suoi progetti Non Riservato riesce ad entrare in contatto con circa 10.000 persone.

2014 – 2016: la Rete è cresciuta, aumentando il numero di organizzazioni da 16 a 23. Di queste, 7 sono impiegate a diverso titolo all'interno della gestione ordinaria delle attività di Non Riservato, 10 partecipano a progetti e prototipi attraverso i bandi interni, 15 portano un loro contenuto all'interno di un progetto strategico. Almeno il 60% delle realtà della Rete partecipa ad uno dei corsi di formazione.

2016: Non Riservato partecipa al bando del crowdfunding civico del Comune di Milano. Con la vittoria raccoglie 50.000 euro per l'apertura del Gallab, un’officina e falegnameria situata nel quartiere Gallaratese. Viene lanciato un secondo percorso formativo - composto da 16 moduli più un ciclo di 6 lecture - che investiga su nuovi modelli, nuove pratiche e tecniche per la progettazione, realizzazione e comunicazione di progetti culturali e creativi.

Rimani sempre aggiornato sulle nostre attività QUI
Scopri i progetti realizzati QUI