Come può un'idea diventare un progetto vincente?
05 novembre 2015
Lab-giuliana-ciancio-2

Chi ci ha provato lo sa, non è semplice tradurre le proprie idee in progetti da sottoporre a potenziali finanziatori e alle volte idee originali e brillanti vengono penalizzate proprio dalla poca esperienza nella loro redazione. Per questo Non Riservato inaugura le Lezioni Non Riservate, primo ciclo di appuntamenti dedicati alla formazione, con due seminari dedicati a Cultural Project Management, Strategy and Creativity.

In programma dal 18 al 22 novembre a Milano nella sede di Non Riservato in via Marsala 8 , i seminari suddivisi in Corso Base e Corso Avanzato saranno un'occasione per apprendere gli strumenti necessari per il design di progetto. Si indagheranno case studies in ambito nazionale ed internazionale, analizzando le tendenze della progettazione culturale in ambito europeo. Al centro del discorso, la dimensione creativa dell'idea, la sua coerenza e la sua relativa fattibilità, perché l'immaginazione può dare frutti meravigliosi se si impara a tradurla in parole e numeri!

A condurre i seminari sarà Giuliana Ciancio, una risorsa preziosa per la rete, prima impegnata nella scrittura del progetto che ha permesso a Non Riservato di beneficiare del contributo di Fondazione Cariplo attraverso il bando Valorizzare le attività culturali come fattore di sviluppo delle aree urbane, e oggi sua consulente per la programmazione strategica.

Cultural Project Manager, Creative Producer e docente di Project Management (Master Internazionale di Art Management di IED e Accademia della Scala, tra gli altri incarichi), Giuliana Ciancio vive tra Italia e Belgio e dal 1999 collabora alla creazione di progetti con associazioni indipendenti, istituzioni culturali pubbliche e private in Italia e all'estero.

Nella sua attività di progettista culturale, Giuliana opera oggi per coniugare spettacolo dal vivo, arte, pratiche partecipative e audience development. Un valido esempio di come sia possibile e necessario combinare tutti questi elementi è senza dubbio Be SpectACTive!(www.bespectactive.eu), un innovativo progetto europeo quadriennale basato sull'audience development ideato da Giuliana Ciancio e Luca Ricci e promosso dal Comune di San Sepolcro e l'associazione Capotrove/Kilowatt insieme ad alcune delle più vivaci organizzazioni europee. In Be SpectACTive!, festival, teatri, università e centri di ricerca con sede in Italia, UK, Repubblica Ceca, Romania, Ungheria, Croazia, Spagna Slovenia e Francia collaborano allo sviluppo di un modello di fruizione più attiva delle arti perfomative contemporanee da parte del pubblico, attraverso la produzione di nuovi spettacoli, la realizzazione di workshop, residenze e conferenze internazionali.

Un progetto di ampio respiro e innovativo, per il numero dei soggetti e dei Paesi coinvolti e per il voler diffondere su larga scala pratiche di partecipazione applicata alla programmazione nel settore dello spettacolo dal vivo. Active spectatorship, co-creation e audience engagement sono le parole chiave di BeSpectACTive!, che punta all'interazione tra attività culturali e nuove forme di cittadinanza attiva, temi centrali del dibattito internazionale non solo culturale.

Non Riservato, BeSpectACTive e molti altri saranno i case studies da analizzare durante i seminari, strumenti pratici sui quali apprendere buone pratiche ed errori da non ripetere.

Le iscrizioni ai seminari sono aperte, per maggiori informazioni sulle Lezioni Non Riservate clicca QUI.

<--- Torna al blog...